Le conoscete le 5 regole per far funzionare un rapporto di coppia? Le mie amiche ed io si. Anzi, le abbiamo scritte noi.

Ma andiamo con ordine: ci siamo viste qualche sera fa per un aperitivo, visto che era un pezzo che non ci trovavamo tutte insieme.

Abbiamo chiacchierato, ci siamo aggiornate e abbiamo riassunto quel che era successo durante l’estate ad ognuna. Che bello raccontarci tra donne.

Ad un certo punto della serata, probabilmente tra il primo ed il secondo giro di drink, qualcuna ha tirato fuori l’argomento sulla difficoltà di tenere sempre vivace un rapporto di coppia.

Ovviamente ognuna di noi aveva la sua ricetta e voleva spiegarla alle altre.

Dopo un po’ di confusione siamo riuscite a capirci ed abbiamo deciso di scrivere il pentalogo (non so se si dica così, ma provate a dirlo dopo due drink, e se ci riuscite siete i miei idoli!) delle regole per far funzionare un rapporto di coppia.

Non vi dico le guerre per mettere i punti in ordine di importanza. Penso che si sia rischiato di incrinare qualche amicizia. Ma siccome questo articolo è mio, ve li elenco secondo il mio ordine.

Punto primo e più importante in assoluto:

Parlare e capirsi. Insomma, comunicare. È di vitale importanza secondo tutte noi, perché c’è sempre qualcosa che prima o poi viene frainteso, o non detto. E questo mina seriamente l’armonia di un rapporto. Basta stare attenti e parlare di tutto e le cose si chiariscono.

Punto secondo:

L’interesse sessuale di entrambi.
Questo era controverso in quanto importanza, ma per me è quasi pari al punto primo. Quante volte non diamo importanza al lato sessuale del rapporto vuoi per stanchezza, vuoi per abitudine o per altri motivi…e invece è una parte integrante della relazione d’amore. Bisogna sempre tenerne conto e ravvivare la vita sessuale quando ce n’è bisogno.
Ad ogni età.

Punto terzo:

Il rispetto delle idee dell’altro.
Possiamo essere in disaccordo, ma accettiamo che l’altro abbia idee diverse da noi, perché anche noi vorremmo così e se lo facciamo per prime, il partner quasi sicuramente seguirà il nostro esempio.

Punto quarto:

Litigare in modo civile, se proprio si deve litigare.
Cioè discutere si, menare le mani o prendersi di mira con i piatti no!
E stiamo attenti a quello che diciamo da arrabbiate: le cose dette restano, non si possono rimangiare, anche se sono cose di cui ci pentiamo.

Punto quinto:

Prendersi del tempo per sé stessi. E vale per tutti e due. Per apprezzare meglio il tempo passato insieme, per non perdere gli amici di ognuno, o semplicemente per stere da soli e fare quello che ci va.

Bene, questo era il nostro elenco.

Fatto da semi sobrie e divertendoci con gli aneddoti di ognuna sui vari argomenti. Alla fine, abbiamo brindato a noi amiche, che ci divertiamo sempre e ci vogliamo bene anche quando non ci vediamo per tutta l’estate.
Cincin
LaVanda