Gasteinertal come regalo di Natale, in 72 ore di tempo.

I regali di Natale sono bellissimi anche quando arrivano dopo… Qualche giorno fa ho ritirato all’ufficio postale un pacchetto in giacenza e…voilà, dentro ci trovo un libro fotografico inviato da due carissimi amici incontrati a Vienna, quando, senza conoscerci, ci è capitato di condividere un tavolo per il pranzo.

Con questi amici, Katarina e Wolfgang, siamo rimasti in contatto, e questa estate ci siamo incontrati a Bad Hofgastein per vivere due giornate insieme. Il libro fotografico è il riassunto di questo incontro in questa bella valle austriaca chiamata Gasteinertal.

Chiusi in 40km di strada troviamo luoghi attraenti e differenti gli uni dagli altri: Bad Gastein, Dorfgastein e Bad Hofgastein hanno la loro propria identità ma li accomuna un bel paesaggio di montagna e un idilliaco piccolo fiume che scorre nella valle.

Il “fil-rouge” sarà l’acqua… pronte? …3,2,1 partenza per il mini tour di 72 ore (e oltre)

Iniziamo da Dorfgastein , la prima località che incontriamo entrando in valle. Case in stile montano che spesso mostrano le facciate dipinte, una piccola chiesa con annesso cimitero, una fonte di acqua fresca e una vasca per il glaciale percorso Kneip (divertente e utilissimo dopo una bella scarpinata).

Un impianto di risalita porta alla cima sovrastante dove si può percorrere un bellissimo sentiero che, in cresta, offre distese di piante di mirtilli (buonissimi), un panorama spettacolare anche sulla valle attigua e la possibilità di sosta in uno spettacolare laghetto di montagna corredato di sdraio di legno posizionate a favore di sole. Se siete allenate si può scendere a piedi al paese, utilizzando il sentiero nel bosco o… il parapendio se siete molto avventurose.

Proseguendo lungo la valle troviamo la bellissima Bad Hofgastein, elegante e al contempo calda e accogliente.

Bei localini rustici, una bella vita serale che in estate si anima di musica nella sala concerti o nell’arena all’aperto. La caratterizza un bel parco pubblico che ospita un impianto termale di grande effetto, piscine coperte e all’aperto, tutte a temperatura di circa 32 gradi. Bellissime da vivere in tutte le stagioni e anche con meteo avverso( bellissimo nuotare al calduccio e con la pioggia sulla testa), romantiche se illuminate di sera con luci sottacqua.

Acque termali

Numerose sono le fonti lungo le strade cittadine e nel parco, ma attenzione, è sempre acqua termale…calda! Costeggiando e risalendo il fiume con una bella passeggiata tra la vegetazione ricca alberi e fiori selvatici si arriva in cira 6-7 km alla maestosa cascata che scorre tumultuosa e che caratterizza la cittadina di Bad Gastein.

Bad Gastein è la località più mondana. Il suo profilo, stretto nella parte alta della valle, non è tipico delle località austriache ma mostra case di charme e grandi hotel che richiamano la Belle Epoque. Due impianti di risalita permettono di raggiungere le due vette più alte che la sovrastano, e se vi piacciono le altezze qui si trova un grande ponte sospeso che unisce due cime. Da mozzafiato ! Anche qui dovrete cedere alla bellezza di un altro impianto termale. Adoro le sue piscine interne scavate nella roccia e anche l’incluso servizio, in completa nudità, di bagno turco, sauna e cromoterapia.

Niente di meglio per chiudere in bellezza una giornata in montagna.

Risalendo l’ultima parte della valle ci si trova in una piccola fiabesca frazione che ospita una serie di case-museo che ricordano il tempo in cui questo era il cuore delle miniere d’oro della valle.

Ma alla ricerca dell’oro preferisco la prorompente natura, così, ancora qualche km e con una strada a pedaggio si arriva a Sportgastein. Questa valle si trova a circa 1600 mt di altitudine, si apre maestosa con una corona di montagne che delimita il fondovalle percorso da un torrente spumeggiante, con malghe e mucche al pascolo: quando la guardi sembra di essere catapultati nel film di animazione “alla ricerca della Valle incantata”…lo ricordate?

Qui con i nostri due amici abbiamo camminato lungo il torrente, ci siamo inerpicati su un sentiero da cui abbiamo goduto di un bellissimo panorama, abbiamo fatto sosta per il pranzo in una malga e giocato con il nostro cane Frida…Una giornata di sole e cielo azzurro.

Un abbraccio di gruppo, una giornata di amicizia semplice e sincera che auguro anche a voi.

Felice anno ragazze! Al prossimo racconto…

Mirella Redaelli