Ricapitolando l’anno passato. E che anno!

Un anno di aperitivi con le amiche, un anno di bevute e chiacchiere, un anno di confidenze e segreti, un anno di creatività ritrovata, un anno di vecchie amicizie lasciate e nuove trovate, un anno di viaggi e vacanze in posti meravigliosi.

Ecco cos’è stato per me il 2019.

State tranquilli, non voglio scrivere le solite cose trite e ritrite su cosa mi aspetto per l’anno nuovo e blablabla. Quello l’ho già fatto su Facebook.

Voglio parlare di cose che di solito non scrivo perché non c’è l’occasione, o per non rivelare segreti di chi si confida con me e cose di questo genere.

Diversi mesi fa, ad un aperitivo, mi trovo seduta vicino ad una amica con cui non ho mai parlato molto. Si sa che nei gruppi si creano legami più stretti e altri meno, c’è chi si trova meglio con qualcuna e chi con qualcun’altra.

Comunque quella sera siamo capitate sedute vicine ed abbiamo iniziato a parlare. Sono venute fuori cose interessanti, mi ha raccontato delle sue esperienze con gli uomini nel corso degli anni e delle delusioni che ha avuto ogni volta, o quasi.

Ci siamo confrontate sulle nostre esperienze e come le abbiamo vissute. Abbiamo scoperto di avere in comune molte situazioni belle e brutte e questo ci ha portate a confidarci. Mi ha fatta morire dal ridere con le esperienze delle chat di incontri, in cui mi ci ritrovavo in pieno.

Tipo: chatta  con uno e quando lui insiste per vederla di persona lei gli propone di vedersi in un bar per un caffè. Lui le risponde: “Sei una donna troppo complicata per me”. Ma… Ma… Quindi? Che si aspettava? Che si conoscessero in un motel? Incredibile!

Oppure mi racconta del tipo che la contatta dicendosi affascinato e già preso da lei (vedendo solo foto e poche righe di descrizione) e, dopo essersi sentiti al telefono, dove lui la riempiva di complimenti, quando si vedono le dice: “Eh beh, insomma, non sei tanto giovane e nemmeno tanto carina” (lui sembra un 70enne tenuto male).

Sembrano episodi estremi, ma anche a me ne sono capitati di simili. E  resti talmente basita da non avere nemmeno la prontezza di rispondere per le rime!
Comunque, vediamola dal lato positivo: abbiamo esperienze da raccontare quando vogliamo ridere con le amiche.

E noi di risate ne facciamo parecchie!

Saranno i drink o sarà che ormai siamo un po’ disincantate rispetto al mondo maschile, ma ogni volta che ci vediamo, sappiamo che ci divertiremo sempre.

Vi auguro un anno pieno di amici divertenti, drink in allegria e cose belle.
Cincin
LaVanda