Lo vogliamo più giovane?È vero che avere una relazione con un uomo più giovane fa stare meglio?

Leggo un articolo in cui si afferma proprio questo e mi chiedo se c’è chi lo pensa.
Io sono sempre stata una sostenitrice di questa cosa, infatti sin da ragazza ho frequentato uomini più giovani di me. Sarà che ho la sindrome di Peter Pan (non c’è un corrispettivo femminile?) da quando sono nata, ma adoro frequentare persone più giovani.
Intendiamoci, non molto più giovani di me, ma qualche anno si.

Ho deciso di documentarmi e di parlarne anche alle aperiamiche.

Leggo che gli esperti (non meglio specificati) sostengono che una relazione con un uomo più giovane aiuta a mantenere un aspetto più giovane, meglio della chirurgia estetica.
Le amiche, quando lo dico, vanno in estasi, chi perché la pensa come me, chi per le risate.
Proseguo spiegando che ho letto vari articoli in cui si spiegavano più nel dettaglio i benefici della situazione.
Tutte cose che sappiamo già, ma ricordarle non fa male :
Con uno più giovane mantieni il cervello più attivo perché stai al passo col suo.
Si sa che noi donne ci adeguiamo molto all’uomo che abbiamo a fianco e quindi questo ci porta a mantenere uno stile di vita più giovane della nostra età.

Altro vantaggio è la vita intima, che in genere è più vivace e magari anche più varia che con un coetaneo o un uomo più grande.
Qui qualche amica protesta dicendo che è soggettivo, cioè a volte sono più “frizzanti” gli uomini più grandi.
Beh immagino sia così, se lo dice chi ha un compagno di giochi più grande di lei, io non ne ho avuti di così pimpanti tra quelli più grandi.

Un altro vantaggio è il fatto che di solito gli uomini più giovani hanno più progetti, più voglia di uscire e di socializzare. Anche questo l’ho letto e non saprei dire, perché credo dipenda dal carattere di ognuno.
E le amiche sono d’accordo con me.

Poi qualcuna chiede: “Cioè ma hai letto solo dei vantaggi? Possibile che non si parla dei lati negativi?”
Eh già, arriviamo anche a questo, perché ogni cosa ha lati positivi e negativi.

A livello sociale ci sono ancora tanti pregiudizi sulle coppie in cui l’uomo è più giovane della donna. Una coppia con parecchia differenza di età deve sopportare familiari ed amici che danno consigli “per il loro bene”.
Con le aperiamiche ammettiamo che è difficile fregarsene, specialmente se ad essere contrari o almeno dubbiosi sono figli o familiari stretti.
Una volta avevo un’amica che era di poco più piccola della suocera. Non è facile affrontare questo tipo di situazione.

Un altra cosa negativa è che man mano che passa il tempo bisogna mantenersi alla pari col giovanotto. E noi già immaginiamo chi si affanna ad andare in palestra per evitare indesiderati cedimenti, chi cerca di vestirsi da 20enne per mantenere il passo delle ragazze.
Insomma che fatica! Io non ce la farei, troppo pigra.
Poi c’è la paura di essere lasciate per qualcuna più giovane e fresca. Anche chi ostenta sicurezza ci pensa. E non è bello vivere con certi pensieri.

Insomma concludiamo come al solito con un brindisi ed un chissenefrega, “chi vuol esser lieto sia, di domani non v’è certezza” poetava uno dei Medici fiorentini e noi chi siamo per dire il contrario?
Cincin
LaVanda