Venezia e l’alto Adriatico. La grande marea è appena scesa di un metro e già se ne prepara una nuova. In
questo intervallo la gente veneta recupera faticosamente la propria vita. Asciuga i pavimenti e i muri delle case, riassetta e recupera gli arredi, stivali di gomma sempre pronti sull’uscio per chi abita in un piano alto.

I negozianti con uno sguardo amorevole e al tempo stesso sconsolato, asciugano e ripuliscono da acqua e
fango i loro negozi. Gettano nella spazzatura le merci rovinate, che siano magliette o souvenir non fa differenza.

Recuperano dalle mensole alte quello che hanno salvato, considerano i danni, si prova a riparare e si guarda avanti. Gli spazzini sulle barche raccolgono velocemente i sacchi accumulati negli ultimi giorni nelle case. Se ne aggiungeranno presto altri.

La gente cerca un supermercato aperto o una farmacia. La vita di ogni giorno si fa strada sapendo che non è finita, la marea oggi salirà di nuovo.

Si guarda ai monumenti… alla splendida San Marco e alle sue strutture e pavimenti perennemente in pericolo, alle innumerevoli chiese , ai musei, alle biblioteche.

Non lasciamoli soli. Diamo speranza a questa magnifica città, e a tutte le cittadine di mare che in questi
giorni sono state oggetto di mareggiate e danni. Diamo speranza a Matera e a tutte le città preda delle piogge o di torrenti troppo gonfi d’acqua. Diamo una speranza alle cittadine delle Marche e dell’Umbria danneggiate dal terremoto.

Crediamo nella vera solidarietà che ci porterà a visitare di nuovo tutte queste bellissime città, che sono fatte da persone che potremmo essere noi, che messe alla prova si rialzano sempre.

Grazie per la resilienza, grazie per l’esempio.

Questo non è il luogo delle polemiche per il “Mose” o per gli aiuti alla ricostruzione dopo terremoto. Non è il luogo per la valutazione dei danni climatici.

E’ l’occasione per dire “Tornerò a Venezia, a Matera e nelle cittadine delle Marche e dell’Umbria” perché
“Non ci sono ricette ma ognuno può preparare il suo piatto”.

Mirella Redaelli

Photo: per gentile concessione IG da @Simonetta9744