Riprendiamo il discorso dei casi umani?

E’ un argomento che ha molte sfaccettature e ne parliamo ancora.

Con Catia abbiamo deciso di fare un sondaggio sulla pagina Facebook di Noiamiche, perché parlandone abbiamo capito che i casi umani non hanno limiti di sesso né di età. Nel sondaggio abbiamo chiesto: “Avete conosciuto più casi umani donne o uomini?”

E la maggioranza, con mia sorpresa, ha risposto “donne”. Sono rimasta sorpresa perché chi ci legge sono, siete, soprattutto donne e pensavo che avreste risposto che i casi umani erano uomini.

Ma pensandoci, non avrei dovuto sorprendermi per vari motivi: Noi donne, in genere, stringiamo legami con altre donne molto più degli uomini e capita di frequente che si litighi e si rompano amicizie, per vari motivi. E quelli per noi diventano casi umani.

Altro motivo è il fatto che tra noi donne non siamo molto solidali. Manca la sorellanza.
Spesso siamo delle arpie con le altre donne. Mi sono resa conto che a volte le stesse azioni che giustifichiamo in un uomo, non le tolleriamo da una donna.

Perché? Forse perché ci riconosciamo in altre donne e non vorremmo che ci si comportasse in un certo modo, oppure siamo state abituate, da generazioni, al fatto che gli uomini possano fare cose che a noi sono negate, e quindi li giustifichiamo.

Qualunque sia la motivazione dobbiamo renderci conto che c’è bisogno di SORELLANZA (scritto proprio in maiuscolo) in una società che accetta sempre di più i comportamenti e le ideologie che portano alla violenza e alla mancanza di rispetto verso tutti e tutto.

Noi donne abbiamo potenzialità che spesso non conosciamo, ma che ci rendono in grado di essere una potenza benevola verso il mondo.

Sto delirando?

Ehhh forse si, ma io la penso così.

E la sorellanza può iniziare anche dalla condivisione di esperienze ed interessi, perciò abbiamo voluto creare gli eventi “Donne per le donne”, per sentirci più unite, per non vivere da sole i problemi, i sogni, il quotidiano.

Ci piacerebbe davvero vedere realizzato il nostro sogno, di una vita attiva e partecipe del mondo attuale, anche per noi che abbiamo superato i 40 anni e sentiamo ancora di poter dare molto alla società.

Quindi siete tutte invitate ai nostri eventi. Il prossimo il 22 Novembre, interverrà la Dottoressa Alexandra Dendy per spiegarci, tra le altre cose, l’efficacia della forza vincente della nostra mente.

Io al posto vostro ci sarei.

Cincin
LaVanda