Naturale, brizzolata o fluo? Come la preferite?

Naturale, brizzolata o fluo? Come la preferite voi? Il tempo scorre inesorabile e lascia i segni del suo passaggio sul nostro corpo. Alcuni di questi li possiamo chiamare affettuosamente raggi di sole se proprio proprio non vogliamo nominare la parola rughe ma il senso è quello. Poi via con parole come ali di pipistrello, tette cascanti, culotte de cheval, salvagente e compagnia bella. Le cose facili a noi non piacciono vero?

Eh no c’è molto peggio a rughe e fisico cascante:Il primo capello bianco, il segno che il signor tempo è proprio passato anche da noi ed è ora di correre ai ripari.

Al peggio non c’è mai fine

Errore!Il culmine è dopo ed è anche peggio.E’ la scoperta della prima ciglia bianca e poi, e qua ci hanno fatto anche una puntata di Sex & the city, la scoperta del primo pelo bianco sulla Gigia.

Mi ricordo ancora Samantha davanti allo specchio terrorizzata e che, per rimediare, tinse tutta l’ambaradan sbagliando tintura ottenendo un colore improbabile e facendo morire dal ridere l’amica Carrie.
La sapete l’equazione vero? Anche se a scuola in matematica non eravate brave quella che dice “Pelo bianco uguale a vecchia” è di facile comprensione a tutte pare.

Oggi poi che si invecchia sempre meglio e che grazie alla cosmesi e al bisturi ci sentiamo fighe anche a 100 anni il problema è pesante. Ma c’è un ma, come sempre noi donne siamo piene di risorse e anche per questo tipo di “problematica” abbiamo varie soluzioni che possono essere più o meno efficaci e realizzabili, alcune leggermente fuori dagli schemi ma ognuna di loro ha il suo perché.

SOluzioni ne abbiamo?

Una prima soluzione è sicuramente la depilazione totale che in questi casi ha lo scopo di preservare quantomeno lo spirito. Il detto “lontano dagli occhi lontano dal cuore” usato per altre circostanze, in questo caso avrebbe un senso meno letterale ma più reale tipo: “pelo bianco non avrai la mia Gigia.”

Un’altra soluzione creativa potrebbe essere quella della colorazione.Da qui il titolo naturale brizzolata o fluo. Alcune amiche hanno suggerito di tingere la parte in eleganti colori flou, che potrebbe essere in effetti un’idea per chi avesse uno spirito artistico mentre altre, molto più tradizionaliste, suggeriscono un’elegante sale e pepe. Che sta poi con tutto, come il blu più o meno.

Penso a George Clooney e mi viene un po’ da ridere: lui ce l’ha in testa il brizzolato ed è leggermente diverso dall’averlo la sotto. O no? Boh, magari è sexy. Bisognerebbe indagare.

Poi vabbè, c’è chi se ne sbatte alla grande e non controlla, quindi potrebbe essere in qualsiasi condizione alla quale preferisco non pensare e chi, come la mia amica Franca, per problemi di obesità non se la vede da tempo a meno che non usi uno specchio.Lei è veramente una tipa simpatica che porta i suoi chili in maniera fantastica, ha un fidanzato di quelli fighissimi e non ci pensa: dice che non è un suo pensiero.
In effetti ha ragione: perché preoccuparsi? Il colore influisce forse sulle capacità fisiologiche per cui la Gigia è stata creata?

Poi, loro, gli uomini, se ne accorgono? Oppure, altro luogo comune, non gliene frega niente come non gli frega della cellulite e del culone basta che abbiano un buco dove infilarsi e a volte una testa con cui confrontarsi?

Qua andiamo a scoprire altri altarini e altre storie. Ci penserò.Intanto stasera tutte a controllare 🙂

C.

By |2018-09-21T14:54:53+00:00aprile 12th, 2018|Categories: Amore e Co, Blog, In evidenza, Sessualità e Dintorni|Tags: , , , , , , , , , , , |

About the Author:

Pensate ad una bella signora, mora, occhi verdi. Età anagrafica... dai non cominciate, lo sapete che non si chiede mai l'età ad una donna sopra i 20 anni. Età dimostrata "indefinita" ma comunque quella che fa rima con "anta", che vuol dire tutto o niente. Età sentita: dipende dai giorni. Sono permalosa quel tanto che basta, ma sopratutto ironica, passionale e romanticamente cinica. Ho un sorriso aperto che cerco di dispensare a tutti quelli che conosco perché ho imparato che il sorriso è contagioso, non costa nulla e tutti se ne  meritano uno. Il progetto unisce donne e amiche per regalarvi rubriche tutte al femminile: cuore, amore, rughe e tanto altro. Buona lettura. Catia

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

INFORMAZIONI DI CONTATTO

Phone: +39 123 32 32 321

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER