50 sfumature di noia, altro che grigio o rosso

Ancora si parla della trilogia di 50 sfumature.

Quante di noi, dopo aver letto il romanzo, hanno sognato ma sopratutto sperato che nostri mariti, fidanzati, amanti, compagni ci facessero le cose che Mr. Gray ha fatto a Ana?
Quante di noi hanno osato solo chiedere ai propri uomini “ma tu sai che si possono fare tutte queste cose?”, credetemi la risposta è “parecchie”.

Certo nessuno di noi o quasi, possiede una casa abbastanza grande da contenere una “stanza dei giochi” come quella di Mr. Gray. Ma le particolari attenzioni, che lui rivolge ad Ana, le “piccole” cose di bondage”, per capirci l’uso della maschera e della cravatta, beh quelle le possono fare tutti.

In fondo si tratta di giocare, di divertirsi.Si ma tutti chi ?

Alla domanda fatta ai rispettivi uomini di cui sopra, la risposta al 99% è stata: “Ma certo!, ma cara mia queste pratiche sono alla base della conoscenza di noi “maschi”, ma ti pare che io non sappia bendarti o metterti una mascherina per divertirci in maniera diversa e più intensa del solito?”.

Più avanti apriremo un dibattito su cosa è “solito”, vorrei tanto sentire le vostri opinioni.
E perché noi non facciamo mai queste cose? Già, perché?

Si tratta forse di un tabù legato a pratiche considerate “peccaminose”? Da fare in gran segreto ma, e qui sta il bello, non con le compagne ufficiali? ridomando “perché”?Forse perché le compagne ufficiali rispondono picche, forse perché la forza dell’abitudine e la convivenza a lungo andare spengono l’entusiasmo e la voglia di giocare.

Quindi queste pratiche vanno bene solo all’inizio di una relazione?Oppure solo con le amanti ?
E queste amanti a loro volta non possono essere compagne ufficiali,  che stanche di non avere attenzioni dai propri uomini accettano da altri questo tipo di attenzioni?

I nostri uomini , se sanno, con qualcuno avranno messo in pratica! Oppure si tratta della cara vecchia teoria appresa sui giornaletti?E’ giusto sdoganare le voglie più segrete per ritrovare una serenità ormai perduta?

Fino a che punto siamo disposte a giocare ed a metterci in discussione per ritrovarci fra le lenzuola realmente e non solo nei nostri sogni e desideri?.

Catia